RIFERIMENTI LETTERARI AL MANDOLINO

MANDOLIN LITERARY REFERENCES

IL MANDOLINO NELLA POESIA

PAUL VERLAINE (1844-1896)

MANDOLINE
SERENATA

 

CASSIE LEWIS ((b.1974) is a writer currently (2005) living in upstate New York)

Mandolin

 

LEA SIMONE (36. married: Leah Simone United States, North Carolina, Coastal)

Mandolin Harvest

 

LAURIE BYRO (poetessa contemporanea americana, vive nel  N.J.)

The Mandolin

 

ROD STEWART (Roderick David Stewart (born January 10, 1945 in Highgate, London) is an English born singer)

Mandolin Wind

 

AMY CLAMPITT (1920-1984)

A Hedge Of Rubber Trees

(Owned a mandolin. Once/I got her to take it down from the mantel and plink out,/through a warm fuddle of sauterne, a lot of giddy Italian/airs from a songbook whose pages had started to crumble.)

NORMAN PEARL (July 8, 1935-November 9, 2004), was born in Baltimore, Maryland)

Mandolin Man

 

HANS THEESINK (Compositore e chitarrista blues concertista  contemporaneo olandese).

Mandolin Man

PROSA

ALCUNI RIFERIMENTI LETTERARI AL MANDOLINO

SOME MANDOLIN LITERARY REFERNCES

(Vedi anche: http://www.massmedia.com/~mikeb/cittern/LiteraryReferences.htm)


GEORGE ELIOT, MIDDLEMARCH (1874):

The old old man, Mr. Causabon, meets the young heroine, Here's what the narrator says after Causabon's speech:

"No speech could have been more thoroughly honest in its intention: the frigid rhetoric at the end was as sincere as the bark of a dog, or the cawing of an amorous rook. Would it not be rash to conclude that there was no passion behind those sonnets to Delia which strike us as the thin music of a mandolin?" (Ch. 5)

“Nessun discorso avrebbe potuto essere, nelle intenzioni, più completamente onesto: la fredda retorica con cui terminava era sincera come il latrato di un cane o il gracchiare di un corvo in amore. Non sarebbe avventato concludere che non c’era alcuna passione dietro a quei sonetti a Delia (nota: Raccolta di sonetti amorosi, opera di Samuel Daniel, pubblicata nel 1592) che ci colpiscono come la musica esile di un mandolino?


WILLIAM DEAN HOWELLS, A HAZARD OF NEW FORTUNES (1890)

Howells is best remembered now as a close friend of both Mark Twain and Henry James, but in his day, he was known as "the dean of American letters." In this 1890 novel, he has characters discussing musical instruments; they are learning the banjo. I will quote at length:

Anything, she said, was a relief from the piano; and then, between the guitar and the banjo, one must really choose the banjo, unless one wanted to devote one's whole natural life to the violin. Of course there was the mandolin, but Margaret asked if they did not feel that the bit of shell you struck it with interposed a distance between you and the real soul of the instrument; and then it did have such a faint, mosquitoey little tone! She made much of the question , which they left her to debate alone while they gazed solemnly at her till she characterized the tone of the mandolin, when Mela broke into a large, coarse laugh.

"Well, that's just what it _does_ sound like," she explained defiantly to her sister. "I always feel like it was going to settle somewhere, and I want to hit myself a slap before it begins to bite. I don't see what ever brought such a thing into fashion."


FRANK NORRIS, MCTEAGUE (1899)

In Norris' great and strange naturalistic novel, a brutish, slow-witted dentist, McTeague, woos a young San Francisco woman by taking her and her family to a musical show. Here's the description of the show:

As he spoke the iron advertisement curtain rose, disclosing the curtain proper underneath. This later curtain was quite an affair. Upon it was painted a wonderful picture. A flight of marble steps led down to a stream of water; two white swans, their necks arched like the capital letter S, floated about. At the head of the marble steps were two vases filled with red and yellow flowers, while at the foot was moored a gondola. This gondola was full of red-velvet rugs that hung over the side and trailed in the water. In the prow of the gondola a young man in vermilion tights held a mandolin in his left hand and gave his right hand to a girl in white satin. A King Charles spaniel, dragging a leading string in the shape of a huge pink sash, followed the girl. Seven scarlet roses were scattered upon the two lowest steps, and eight floated in the water.


T.S. ELIOT'S THE WASTELAND, (1922)


"The Wasteland", section III, "The Fire Sermon," (ll. 259-261):

"O city city, I can sometimes hear
Beside a public bar in Lower Thames Street,
The pleasant whining (gemere) of a mandoline."
[…]
E lungo lo Strand, fino alla Queen Victoria Street
O città, città, talvolta posso udire vicino
A una qualsiasi taverna il Lower Thames Street
Il lamento piacevole di un mandolino, […]

         In Peter Ackroyd's biography you can read that, during a mental collapse during the composition of the poem, Eliot spent his time on Margate sands "practising scales on the mandolin which Vivien [his wife] had bought him." So T.S. Eliot, the great poet of the 20th century, was a mandolin picker!

LEV TOLSTOJ,  ANNA KARENINA

A metà dell'inverno Vronskij trascorse una settimana molto noiosa. Era stato addetto alla persona di un principe straniero venuto a Pietroburgo, per fargli conoscere le cose più notevoli della città. Vronskij era indubbiamente rappresentativo; inoltre aveva l'arte di essere deferente con dignità e aveva l'abitudine di trattare con persone di tale rango; perciò era stato addetto al principe. Ma l'incarico gli parve molto pesante. Il principe non voleva tralasciare di veder nulla di quanto, tornato a casa, gli avrebbero chiesto se avesse visto in Russia; e per quel che riguardava se stesso, voleva godersi quanto più possibile gli svaghi russi. Vronskij era obbligato a condurlo di qua e di là. La mattina andavano a visitare le cose notevoli, la sera partecipavano ai divertimenti nazionali. Il principe godeva di una salute non comune anche fra i principi, e con la ginnastica e le cure continue del corpo aveva acquistato un tale vigore che, malgrado gli eccessi a cui si abbandonava nei bagordi, era sempre fresco come un grosso cetriolo verde di qualità olandese. Aveva viaggiato molto e trovava che uno dei maggiori vantaggi dell'attuale facilità di comunicazioni consisteva nella possibilità di accedere agli svaghi di ogni paese. Era stato in Spagna, e là aveva fatto serenate e stretto amicizia con una spagnola che sonava il mandolino. In Svizzera aveva ucciso una Gemse. In Inghilterra aveva saltato a cavallo gli ostacoli in frac rosso, e aveva ucciso, per scommessa, duecento fagiani. in Turchia era stato in un harem, in India aveva viaggiato su di un elefante, e ora in Russia voleva assaggiare tutti gli svaghi peculiarmente russi


BERNIÈRES LOUIS DE
, IL MANDOLINO DEL CAPITANO CORELLI

Sintesi: Ai tempi dell'occupazione italiana della Grecia durante la Seconda Guerra Mondiale un gruppo di soldati "invade" la bellissima quanto quieta isola di Cefalonia. Tra i soldati c'è un affascinante capitano dell'esercito, Antonio Corelli, un uomo dallo spirito giovane e la passione sfrenata per il mandolino. La figlia del medico del paese, la bella Pelagia, dopo le prime resistenze e antipatie nei confronti di Corelli, cede al suo fascino, aiutata anche dal fatto che il capitano per ragioni logistiche si trasferisce nella casa del padre. Quando il fidanzato di Pelagia, un pescatore, viene chiamato alle armi per andare in guerra, quella che sembrava solo una particolare amicizia tra Corelli e Pelagia si trasforma in qualcosa di più. Sullo sfondo di una guerra che si avvicina sempre di più, i due innamorati devono scegliere se seguire il loro amore o la fedeltà alla patria?

Note

Film: Dal romanzo di Louis de Bernières. Il quadro storico è quello della nota vicenda dell'8 settembre del '43 quando i soldati italiani consegnarono le armi e furono poi trucidati dai nazisti. La vicenda vuole che l'unico a salvarsi sia Corelli il capitano mandolinista che si era innamorato, ricambiato, della bella indigena, già promessa a un pescatore, diventato poi partigiano. Sentimento, amore, separazione e accorato-strappalacrime ritorno finale. Con padre medico saggio e italiani che girano sui camion sempre cantando: La donna è mobile, Giovinezza giovinezza, Santa Lucia