...da il Ponte  Febbraio 2010

IL PLETTRO E L'ARCHETTO

      Qualche anno fà, Domenico FURCI cominciò a parlarmi del suo progetto, che incoraggiai subito con entusiasmo mettendogli a disposizione un'aula della Scuola di Musica e la raccolta degli spartiti donati alla nostra istituzione.   Con tutta franchezza non mi aspettavo, però, che in breve tempo  avrebbe  dato  vita al  "Nuovo Circolo Mandolinistico e Chitarristico" (nuovo perchè si richiamava ad un precedente, vanto della vita artistica mediofriulana fra 800 e 900)  da  cui   è   sbocciata  l'orchestra  a plettro  "Città di Codroipo".   Non  me  l'aspettavo,  sicchè  ho  avuto  la  piacevole sorpresa di   riscontrare il buon livello conseguito assistendo al concerto tenuto nella chiesa di Virco l'autunno scorso. Il programma assai gradevole comprendeva autori come Marzuttini -  notoriamente  legato  ad  un  glorioso  ensemble  udinese  tuttora attivo - assieme  a  pagine  di  grande   impatto  emotivo,   rivisitate   in   parte   con trascrizioni   o  arrangiamenti,  compreso il  repertorio  napoletano.  Anche  Fabrizio Furci,  direttore   artistico   e   chitarra   solista, figurava    nell'impaginazione    con effervescenza Plettro Rag - Variazioni sul tema di Howard and Emerson.  Il sapiente dosaggio  degl'impasti   timbrici,  con  l'indovinato   sostegno   del   contrabasso, ha regalato   una   serata   di   schietta   godibilità,   sicchè   invito  i lettori del Ponte ad incoraggiare   il   complesso   seguendo  le sue performance o, magari, chiedendo di farne  parte,   dal  momento  che  si  accettano   anche i principianti. Cosa c'e' di più  gratificante del fare musica insieme?

Silvio MONTAGUTI